Tag archive

Gli ultimi Jedi

CineZak | Natale con la Forza. Gli ultimi Jedi

in Visual

Marco Marincola – È sempre difficile dare un giudizio su Star Wars, perché la saga della Lucasfilm si è smarcata dal terreno del giudizio estetico ed è entrata in quello dei giudizi affettivi. Difficile quindi parlare per categorie teoretiche di qualcosa che invece vive nelle categorie morali.

Diciamo subito che questo film ne unisce due: uno fra i più densi della saga e uno che potremmo intitolare “Natale con la Forza”. Ora, una delle forze di Star Wars è sempre stata quella di far coesistere registri diversi in modo armonico: epica e film d’azione, drammaticità e sarcasmo e persino commedia. Se poi il sarcasmo e l’ironia sono sempre stati presenti, anche il lato comico più becero è entrato molto presto.
Il problema non è quindi che ci siano due registri, ma che i due registri stridano: da una parte abbiamo un registro densissimo (ai massimi livelli visti finora dalle parti di Jedi e dintorni) dall’altra abbiamo dei momenti gratuiti e totalmente dimenticabili, se non platealmente sbagliati.

E questo è un peccato, perché siamo di fronte a un tentativo notevole: per la prima volta il conflitto luce/oscurità è visto in un’ottica diversa, meno manichea.  Il tema “vecchio vs nuovo” introdotto qui sarà difficile da ignorare in seguito, e la speranza è che costituisca l’ossatura di Episodio IX. Ci sono almeno un paio di colpi di scena notevoli (e anticipati il giusto a un occhio attento, che ha quindi il tempo di gustarseli).

Detto più brutalmente: i momenti comici sono nulla non dico in confronto ai Gungan, ma anche in confronto agli Ewok. Però Episodio I non avrebbe comunque avuto la qualità di questo film, e Episodio VI non ha mischiato gli orsetti con la sala del trono di Palpatine.  Non entro nei dettagli per evitare spoiler, ma qui la giustapposizione di registri diversi non si limita a stemperare la drammaticità, la uccide.

Al netto di questa ENORME tara, il film rinnova decisamente la saga e dà una spinta verso il futuro. Il giudizio del fan, che non vive del film in sé, ma della saga nel suo complesso e nelle sue aspettative future, non può che essere positivo.

Il cinefilo, ancora una volta, sospende il suo perché lo abbiamo lasciato fuori dalla sala.  Peccato: sarebbe mancato poco per farlo entrare, questa volta.

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare il servizio e presentare annunci pubblicitari personalizzati. Usando il sito accetti questo utilizzo. Consulta la nostra Informativa sui cookie

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare il servizio e presentare annunci pubblicitari personalizzati. Usando il sito accetti questo utilizzo. Consulta la nostra Informativa sui cookie

Chiudi