Dopo il successo dello scorso anno, arriva al teatro Manzoni Due, il debutto teatrale del regista Luca Miniero. Proprio a Milano, nella città in cui è cresciuto professionalmente, legando il suo nome a tante campagne pubblicitarie di successo. Due rappresenta infatti la prima regia teatrale di  Miniero, affiancato da Astutillo Smeriglia.

Sul palco Raul Bova, che ritorna a calcare il palcoscenico dopo vent’anni d’assenza, in compagnia dell’esuberanza di Chiara Francini, volto noto di cinema e tv che ha debuttato con successo anche in libreria “Non parlare con la bocca piena” (Rizzoli).

La trama  Due racconta il momento che segna l’inizio della vita reale di ogni coppia. Passato il momento dell’obnubilamento iniziale quando ormoni e serotonina spadroneggiano, iniziano le difficoltà piccole, quotidiane e concrete. Il punto di non ritorno è la convivenza, la scelta di dividere casa e vita. Marco, interpretato da Bova, è alle prese con il montaggio di un letto matrimoniale, Paola lo interroga sul loro futuro, con l’illusione di prevedere come sarà Marco fra vent’anni.

La diversa visione della vita insieme emerge prepotentemente nelle differenze fra maschile e femminile. I due evocheranno facce e personaggi del futuro e del passato, quelle figure che gravitano intorno alla loro vita e che spesso possono trasformarsi in motivi di scontro e tensione.

E montare un letto con tutte queste “persone” intorno non è di sicuro una passeggiata. Sul palco la presenza scenica di Raoul Bova, che ritorna sul palco dopo vent’anni, e l’esuberanza di Chiara Francini.


Dal 08 Febbraio 2018 al 25 Febbraio 2018
DUE
RAOUL BOVA CHIARA FRANCINI
di Luca Miniero – Astutillo Smeriglia

Aiuto regia Paola Rota
Disegno luci Daniele Ciprì
Scenografo Roberto Crea
Costumista Eleonora Rella

Regia Luca Miniero

Luca Miniero Napoletano, dopo la laurea in Lettere Moderne, si trasferisce a Milano, dove comincia il suo lavoro in pubblicità come copywriter (94-2001), collaborando con Dorland Ayer, poi Bates Italia, infine Mccann Erickson. Firma numerose campagne per prodotti industriali e per trasmissioni televisive, ottenendo, come creativo, molteplici riconoscimenti internazionali: Gran Prix ADCI Winner, 6 argenti, 2 ori, 3 bronzi ADCI, Short List a Cannes, Cresta Award Winner, Eurobest finalist, Golden Drum Winner.
Nel 2001 il passaggio da copy a regista, realizzando insieme a Paolo Genovese i suoi lavori per la casa di produzione Filmmaster.