Memoria di Adriano (e commemorazione della piccola borghesia)

in Politica & Società

Gian Paolo Parenti rievoca l’esordio disastroso di Celentano, era il 3 ottobre di trent’anni fa e il Molleggiato debuttava su Rai Uno con Fantastico 8, un programma snobbato dai critici ma premiatissimo dagli ascolti. Qual è l’eredità di quel modo di fare televisione?

1. Celentano e l’ideologia piccolo borghese (una premessa)

Sabato 3 Ottobre 1987, in diretta dal Teatro delle Vittorie in Roma, Adriano Celentano apre il suo “Fantastico 8” con un monologo destinato a rimanere negli annali della televisione. In quel preciso momento, la piccola borghesia italiana vive il proprio maggior trionfo culturale dal Ventennio in avanti e, quasi istantaneamente, si avvia verso una morte che risulterà relativamente rapida, decisamente inconsapevole e pressoché indolore.

Ovviamente, la frase che avete appena finito di leggere è stata scritta per sorprendere e incuriosire il lettore, e perché sia chiaro fin dall’inizio che questo contributo non vuole essere un mero articolo di colore o di storia della Tv, ma una riflessione ben più ambiziosa.

Magari troppo ambiziosa, starà certamente pensando qualcuno di voi, chiedendosi che cosa diavolo s’intenda, qui, per “piccola borghesia”, perché mai il già allora ricchissimo Celentano avrebbe dovuto costituire un riferimento per i piccolo borghesi, e in che modo il suo “Fantastico” avrebbe segnato l’apogeo culturale di un’intera classe sociale.

Se vi dico che, in realtà, di qui a poco riprenderò le tesi contenute in un bellissimo e introvabile saggio di Gian Franco Vené intitolato “L’ideologia piccolo borghese” (Marsilio, 1980) e che di mio metterò poco più di qualche ricordo personale, mi date un po’ di fiducia?

Sì?

Ultimi da Politica & Società

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare il servizio e presentare annunci pubblicitari personalizzati. Usando il sito accetti questo utilizzo. Consulta la nostra Informativa sui cookie

Questo sito Web utilizza i cookie per migliorare il servizio e presentare annunci pubblicitari personalizzati. Usando il sito accetti questo utilizzo. Consulta la nostra Informativa sui cookie

Chiudi